Novità per la raccolta del rifiuto residuo dal 1° gennaio 2021

Oltre i 13: cambia il sistema di raccolta

 
 

Rifiuto residuoL’Amministrazione Comunale di Trento ha deciso di estendere a partire dal 1° gennaio 2021 anche ai condomini con più di 13 unità immobiliari il sistema di misurazione puntuale della quantità di rifiuto residuo conferito da ciascuna famiglia secondo le seguenti modalità:

 

CONDOMINI TRA LE 14 E LE 30 UNITÀ
In autunno Dolomiti Ambiente consegnerà a domicilio, a  tutte le utenze situate in condomini tra le 14 e le 30 unità abitative, nuovi contenitori dotati di microchip. Quest’attività sarà annunciata da un avviso affisso all’ingresso del condominio.
L’esposizione dei nuovi contenitori è prevista nell’attuale punto di raccolta al posto dei contenitori condominiali del residuo, che saranno ritirati dal 1° gennaio 2021. I condomini multi-scala potranno avere più punti di esposizione per evitare raggruppamenti eccessivi di mastelli. Non saranno necessari adeguamenti della piazzola.
Dal 1° gennaio 2021 non si potranno più utilizzare i sacchetti verdi TARI per lo smaltimento del rifiuto residuo, se non inserendoli dentro il nuovo contenitore familiare, senza che ciò comporti una maggiorazione di spesa.

Per tutte le altre raccolte differenziate, non cambia nulla, si continua come sempre con il conferimento nei contenitori condominiali.

 
 

CONDOMINI CON PIÙ DI 30 UNITA’
Per i condomini con più di 30 unità abitative rimane la modalità di raccolta cumulativa del residuo come previsto fino ad oggi, ma dal 1° gennaio 2021 il condominio sarà considerato come un’unica utenza aggregata, alla quale saranno attribuiti gli svuotamenti complessivi dei contenitori condominiali. Ogni contribuente riceverà la propria fattura, in cui la quota variabile verrà calcolata considerando il volume del rifiuto conferito in maniera aggregata, in base al numero di svuotamenti del bidone condominiale, ripartito secondo il criterio pro capite, in base al numero di componenti del nucleo familiare.
Potrà essere valutata in fase di progetto una modulazione della volumetria assegnata al condominio: in questo modo la misura del volume di rifiuto risulterà più aderente alla realtà.

 
 

CONDOMINI CON PIÙ DI 30 UNITÀ - PROGETTO SPERIMENTALE COLOMBO
In alcuni condomini con più di 30 unità si sperimenterà un nuovo metodo di misura volumetrica puntuale del residuo con il “sistema Colombo”. Ogni utenza riceverà un mastello da 20 litri dotato di microchip capace di dialogare con un cassonetto condominiale in grado di registrare gli svuotamenti dei singoli mastelli.
In autunno Dolomiti Ambiente consegnerà a domicilio a tutte le utenze interessate, i nuovi mastelli personali dotati di microchip e il cassonetto condominiale. Quest’ultimo verrà collocato nell’attuale punto di raccolta, al posto del precedente cassonetto, non sono quindi necessari adeguamenti della piazzola. La consegna dei mastelli sarà annunciata da un avviso affisso all’ingresso del condominio.

 
 

PRESIDI SANITARI
Rimane invariato il sistema di raccolta dei rifiuti sanitari (pannoloni, traverse, presidi sanitari), che vengono quindi conferiti a parte rispetto al contenitore del residuo, negli appositi sacchi distribuiti a chi ne ha diritto, rispettando il calendario previsto per la raccolta differenziata della zona di residenza.